Il parco nazionale dei laghi di Plitvice, Croazia

Nel centro nord della Croazia, nell’entroterra, sorge il famosissimo parco nazionale dei laghi di Plitvice; posto incantevole in ogni stagione. Ci sono stato anni fa, senza reflex, in estate. Ci son tornato lo scorso autunno, a fine ottobre, per godermelo con meno gente e coi colori stagionali…e ho fatto bene.

Non vi do note turistiche o stradali, tanto è talmente facile trovarle che sarebbe una inutile ripetizione di quanto già a milioni hanno scritto.

Ma quindi, direte, potevi evitarci anche le foto! Beh, quelle no dai, almeno un minimo di reportage si fa 🙂

Le foto sono fatte in due giornate consecutive. Il primo giorno abbiamo fatto il percorso B, quello da 8 km con battello a spezzare la camminata. Avevo il piccolo Francesco nello zaino quasi tutto il giorno, non ho usato il treppiede, un po’ per scelta un po’ perché sapevo di non aver tempo, un po’ per evitarmi un peso in più, mi bastava il figlioletto da 10 kg abbondanti sulle spalle.
Il giorno seguente abbiamo fatto il percorso A, che è una parte del B, quindi più breve, e abbiamo recuperato la cascata grande, saltata il giorno precedente causa orda cinese in arrivo assieme a noi.

Io sono personalmente soddisfatto di quanto ho portato a casa, e qui mancano tutte le foto di famiglia ovviamente.

Buona visione

Annunci

La nave Vespucci tocca Trieste

A maggio la famosa nave scuola Vespucci, gioiello della marina militare italiana, è passata a Trieste. Visto il successo dell’iniziativa, ho fatto un giro sulle rive cittadine per vederla, da fuori. Da fuori perché per entrarci avrei passato ore in coda e non ne sono il tipo. mi son limitato quindi ad immortalarne gli esterni; spero vi bastino.

Eccovi quindi le mie foto della bellissima nave

Grotta 5030 – Aurisina, Trieste

Ciao amici,

da qualche mese mio fratello si è appassionato di speleologia; d’altra parte il carso triestino è davvero una perla a livello grotte. Ma voi direte, e quindi? Quindi, dopo qualche mese son riuscito a trovare il tempo per andare con lui in una grotta ‘facile’. Facile per loro, speleologi esperti, meno per me, che in realtà ho esitato solo all’inizio, poi come un bambino mi sono divertito a passare in strettoie anguste, anche grazie al mio fisico esile. Continuerete a dire, e quindi??? Beh, secondo voi ci sono andato senza reflex, flash, stativi ecc…??? Certo che no!
Fotografare in grotta è nulla di più difficile possiate fare a livello di posizioni corporali e gestione di luci: mettere i flash dove volete voi è tutt’altro che semplice, e una volta che l’avete fatto, dovete contorcervi, distendervi, incurvarvi un sacco…altroché  architettura esterna. Tuttavia, il silenzio, la pace, il tempo che si ferma e che aspetta solo che tu decida cosa fare, agevola non poco.

In definitiva ho portato a casa una dozzina di scatti davvero suggestivi e non vedo l’ora di vedere un’altra grotta e, ovviamente, di immortalarla!

A voi le foto della Grotta 5030 di Aurisina, Trieste

Il ritorno di Trieste

Era da tanto che non pubblicavo in questa sezione, e mi stavo cominciando a sentire a disagio per questo! Rieccomi dunque sulla mia Trieste.

Al solito, vi descrivo le foto. La prima rappresenta la base del Molo Audace in una giornata primaverile con un temporale da un lato, a ovest verso Grado, e il ciel sereno dall’altro, a est, sull’Istria. Nella seconda, il castello di Miramare, con le montagne sullo sfondo, ripreso dalla riviera di Barcola. La terza è una barchetta presente sulle rive, dinnanzi alla chiesa greco ortodossa, la quarta è di nuovo il Molo Audace; l’ultima è un tramonto post temporale dove la barca, ormeggiata all’imbocco del Canal Grande, sembrava davvero stesse per essere risucchiata dal maltempo.

Bohinjsko Jezero – Lago di Bohinj

Nella Slovenia nord occidentale, nel famoso parco nazionale del Triglav (Tricorno), simbolo nazionale della piccola repubblica dell’ex Jugoslavia, c’è questo lago alpino circondato di alte montagne che, d’inverno, sono ricoperte di neve. Anche il lungolago lo è; io ci sono stato a metà marzo, quando ormai la coltre bianca se ne stava andando, ma qualcosa di invernale c’era ancora, eccome!

Spero questi scatti rendino giustizia ad un posto che a me personalmente piace molto. E’ la seconda volta in 2 anni che ci vado, e vorrei tornarci ancora! Ci si passa il tempo davvero molto piacevolmente e in modo molto molto rilassante.

Ora basta con la pubblicità però! A voi gli scatti

La nebbia sopra la Val Rosandra, Trieste

Dopo qualche tempo, torno a scrivere e a pubblicare qualcosa. Sempre la nebbia, regina incontrastata di un inverno finora bizzarro, è la protagonista di questi pochi scatti.

Sono andato a fare un giro notturno sulla vedetta San Lorenzo, nell’omonimo paesino che sovrasta la Val Rosandra, famosa per il suo torrente, in provincia di Trieste.

A voi gli scatti che a me hanno emozionato molto