Grisignana, Istria centro-settentrionale, Croazia

Grisignana (Groznjan in croato) è una piccola cittadina dell’Istria verde. E’ arroccata su di una collina a 275 mslm e domina la valle sottostante, una zona rigogliosa ricca di coltivazioni. Di cose da vedere ce n’è tante, scorci, mura, chiese, costruzioni veneziane e  medievali, belle piazze  e ricche decorazioni qui e la.

A partire dalla preistoria il centro fu popolato; vi si trovano infatti i resti di un castelliere. A seguire fu fortezza romana e successivamente il Marchese d’Istria la donò alla Chiesa Aquileiese. Poi ci furono varie dominazioni e fin dal tredicesimo secolo si insediarono famiglie slave nei fertili territori circostanti. Successivamente fu ceduta ai nobili friulani, poi alla Capitanìa di Umago e infine alla signoria veneziana. Dopo la peste del 1630 per diverso tempo fu un luogo desolato, per poi rinsavire solo in parte. Oggi resta viva d’estate, grazie a qualche bel concerto dal vivo che attira numerosi turisti.

Io l’ho visitata in inverno perché volevo assaporare la sua tranquillità e godermi le sue bellezze indisturbato. Ho scattato queste foto qualche giorno fa di prima mattina, qualora vi piacesse il tipo di luce che vedete ritratta, andateci entro le 10 in inverno, magari in una giornata di lieve borino.

Se volete approfondire aspetti storico culturali, vi invito ad acquistare il libro di Dario Alberi “Istria”, da cui ho tratto i brevi cenni qui riportati. Su questo tomo troverete tutto ciò che volete sapere della penisola croata.

Traù – Piccolo gioiellino della costa dalmata

Pochi chilometri a nord di Spalato giace Trogir, una piccola cittadina di stampo veneziano che si affaccia sul mare.
Questa località, considerata una delle città al mondo con il più alto numero di bellezze architettoniche concentrate in poco spazio, è Patrimonio dell’Unesco.
Dalla storia travagliata, tipica della costa adriatica orientale, ha ricavato giovamento la varietà delle sue costruzioni. Ciò che salta subito all’occhio è la qualità e la conservazione delle sue strutture.
Sede di innumerevoli chiese e di un castello che si affaccia al mare, oggi Trogir è un porto turistico dove d’estate trovano ristoro innumerevoli yacht lussuosissimi.

Ora vi lascio alle foto che ritraggono un po’ questo un po’ quello, dalla chiesa di San Nicola, a quella di San Domenico, dalla Loggia Pubblica a quella della Pescheria, dalla Torre dell’Orologio al Castello del Camerlengo. In mezzo, qualche altra divagazione che spero apprezzerete.
Alla prossima